DIARIO DEL VIAGGIO IN ISLANDA CONCLUSO. DIARIO DEL VIAGGIO IN NORVEGIA, ISOLE LOFOTEN IN CORSO. BUONA LETTURA!

sabato 15 novembre 2008

October Mountain: Val di Mello

In Val di Mello, provincia di Sondrio, alte formazioni rocciose verticali sono la cornice di una vallata con corsi d'acqua, boschi rigogliosi e baite di montagna. Il percorso non presenta particolari difficoltà, almeno nella parte iniziale presso il paese di San Martino, ed è quindi ideale per tutti. L'aria è buona, l'acqua dei torrenti è fresca e bevibile, almeno nelle zone in cui il corso è tumultuoso. Da non trascurare nemmeno il cibo che si può trovare alla baita della Luna Nascente, gestita dal simpaticissimo signor Siro, una vera attrazione di questa valle ;-)
In Ottobre inoltrato la vegetazione si tinge di colori emozionanti e ritengo sia il miglior periodo per un'escursione fotografica. In questa occasione ho voluto utilizzare il mio nuovo Nikkor 17-35, ma su formato APS-C i 17 mm della focale minima sono troppo lunghi in alcune situazioni, quindi ho fatto affidamento sul Tokina 12-24 per allargare la visuale quando necessario. Sono indispensabili i filtri neutri digradanti per la corretta esposizione della valle in ombra e delle montagne illuminate dal sole, a meno di non trovare particolari inquadrature che non li richiedano, come per esempio riflessi su uno specchio d'acqua. Col polarizzatore si riescono inoltre ad enfatizzare gli splendidi colori dell'autunno ed è quindi un accessorio fondamentale. La mia D200 si è comportata abbastanza bene, anche se mi ha deluso alle sensibilità intermedie, a cui di solito ha una qualità buona. Per quasi tutta la giornata ho utilizzato un bilanciamento del bianco "nuvoloso" che ritenevo caldo e adatto per la montagna, ma mi sono completamente sbagliato. Nella maggior parte delle fotografie ho ottenuto le migliori cromie utilizzando un bilanciamento di 7500 K, opportunamente regolato in fase di sviluppo dei file raw.

Mello Valley is a little mountain valley near the city of Sondrio, in the Noth-East of Lombardy, Italy. It's a place ideal for free climbing and bouldering, but also a beautiful place to take photos, especially in the month of October. The fall colors decorate the high vertical walls of the mountains around. The paths on the bottom of the valley are very simple and there are wonderful water streams and waterfalls with crystal-clear waters, where you can see the reflections of the mountains. In that occasion I mainly used my new Nikkor 17-35 f/2.8, but in some situations I had to use the Tokina 12-24 for a wider field angle. For such scenery, with bright mountains against shadowy foregrounds in the valley, ND grad filters are very useful to obtain a perfect exposure. I always used a polarizer in order to emphasize colors and improve the general contrast of the images. For better colors, with right hues, I used a "cloudy" white balance. But when I developped the raw files I noted that with a warmer white balance the colors were more realistic and vivid. In fact in mountain sceneries, the light has a cold cast that the eyes don't perceive and the camera instead register.

Le alte pareti verticali, meta di climbers. Qui crescono alberi che in autunno si infiammano di colore.

Fall colors for climbers: Nikkor 17-35 f/2.8, 35 mm, 1/30, f/8, cpl

Ruscelli percorrono lo stretto fondovalle. Per raggiungere questa posizione di scatto ho fatto un piccolo guado, in cui mi sono bagnato i pantaloni, ma mi piace molto il risultato: sembra di essere immersi in quest'acqua chiarissima.

October mountain: Tokina 12-24 f/4, 16 mm, 2.2", f/16, tripod, cpl, GND8 (Cokin P121)

Con i tanti specchi d'acqua è possibile catturare qualche riflesso interessante. In questo caso ho deciso di ribaltare le fotografie per renderle più leggibili e particolari.

Reverse reflection: Nikkor 17-35 f/2.8, 20 mm, 1.3", f/8, GND2(Cokin P120), cpl, tripod

Ghost mountain: Sigma 105 f/2.8 EX, 1/4, f/8, tripod,cpl

Al tramonto i raggi del sole tingono di rosso la cima delle montagne e sembra di essere immersi in uno scenario fiabesco, fuori dal mondo. Gli alberi del bosco hanno creato un'atmosfera racchiusa e accogliente.

Enchanted wood: Nikkor 17-35 f/2.8, 17 mm, 5", f/16, tripod, cpl, GND2(Cokin P120), GND8 (Cokin P121)

Con l'arrivo dell'autunno ci si trova spesso dinnanzi a sensazioni contrastanti: il sincero stupore per le colorazioni della vegetazione e per la purezza della luce, più vivida rispetto all'estate, e un senso di malinconia, che ho cercato di cogliere in questa immagine, in cui ho desaturato leggermente i colori per enfatizzare l'effetto.

The reflection of the Autumn: Nikkor 17-35 f/2.8, 24 mm, 4", f/16, tripod


11 commenti:

Enrico ha detto...

Ciao Andrea! parlavo proprio oggi della Val di Mello con Gianluca (un ragazzo delle mie zone con cui sono uscito per una breve escursione, con pochi risultati purtroppo!)...
La prima è fantastica, la roccia, l'azzurro e l'autunno si fondono perfettamente...
della seconda mi piace il contrasto dato dalla vita della parte al sole con la desolazione della porte in ombra, dove l'acqua sembra portar via i colori...
ad essere sincero la 3 e la 4 non mi piacciono capovolte, soprattutto la 3..non perchè siano brutte, mi fa tanto strano come effetto...
ottima l'esecuzione anche della 5, anche se come compo preferisco la 2...
l'ultima invece è una genialata!!così desaturata sembra che anche l'acqua sia fatta di pietra!!
Come sempre, un'ottima serie!

Ciao,
Enrico

Andrea Moro ha detto...

Grazie Enrico per i tuoi pareri sempre puntuali e precisi! Mi fa piacere che segui il mio blog con questo interesse :-)

A presto

Andrea

martin eden ha detto...

Wow! Che colori e che atmosfere! C'è solo da imparare guardando i tuoi scatti! Mi piace particolarmente la cura compositiva di questa ultima serie, complimenti!

Luca ha detto...

Ottima serie Andrea, soprattutto le prime due, che sono le mie preferite, e la penultima, splendida.
Le tue composizioni sono sempre da manuale, complimenti.

Luca

Andrea Moro ha detto...

grazie Martin Eden per il tuo bel commento!

Grazie Luca!!Sono contento che ti piacciano!

Dusty Lens ha detto...

Benissimo! Wonderful scenes as always.

About this photograph; "October mountain: Tokina 12-24 f/4, 16 mm, 2.2", f/16, tripod, cpl, GND8 (Cokin P121)"

I assume the Cokin P121 filter is a gradiated filter? I wonder how you approach this scene in vertical space. I notice the bright to dark area is angular; is it possible to turn this filter to align the gradiated filter with the light to dark transition? Or, is this filter somewhat foregiving to a small area in transition?

I ask because I am intrigued and interested in this filter system.

Thank you!

Andrea Moro ha detto...

Hi Dusty, thank as always for your appreciated comments!

In that photo I used the Cokin P121, which is a 3-stop ND grad filter (slab). The Cokin filter system (as Lee's) has a holder that can be rotated and the filter itself can be moved along the guides of the holder. So I can move and rotate the filter in order to place the transitional zone along the border between the dark and the bright areas.

'bye

Andrea

stefanocucco ha detto...

Bellissime Andrea!

Andrea Moro ha detto...

Grazie Ste! Benvenuto anche te su blogger!! =)

NATHAN_NICE ha detto...

amazing photography!

would u say it's the lens that makes the difference or is it the manual settings that make the pictures so crisp?

Andrea Moro ha detto...

Hi Nathan thanks for your comment! I would say that the sharpness is the result of all these factors: the lenses, the settings and the shooting technique. My Nikkor 17-35 is one of the sharpest lenses ever. The Tokina 12-24 is sharp but less than the Nikkor. As setting in my D200 I always use "medium-high" sharpeness. In my landscapes a solid tripod is always under my camera, in order to obtain tha maximum sharpness possible and to better compose my image. At last I prepare the images for the Web with a technique that allows me to restore the lost sharpeness when reducing the dimensions.

The colors and the contrasts have been achieved with the settings on-camera, the optical filters that I always use and a general adjustment in Photoshop (levels&curves).

Goodbye

Andrea