DIARIO DEL VIAGGIO IN ISLANDA CONCLUSO. DIARIO DEL VIAGGIO IN NORVEGIA, ISOLE LOFOTEN IN CORSO. BUONA LETTURA!

mercoledì 7 novembre 2007

In Engadina per la seconda volta

E' sempre un piacere tornare in Engadina! In questa zona della Svizzera la fotografia di volatili ed altri animali è sempre un sogno, il paradiso per ogni appassionato della Natura. Una manciata di noccioline sono sufficienti per attirare gli uccellini a poca distanza e addirittura basta allungare una mano, che le cincie cominciano ad usarla come posatoio! La confidenza che danno agli uomini è di fatto unica al mondo, considerando anche che a Pontresina (Engadina) non ci troviamo in una riserva naturalistica tipo zoo gestita e protetta come protrebbe essere il parco delle Cornelle qui in Italia.

L'ultima volta (vedi Engadina I e Engadina II) che sono passato da queste parti avevo fatto delle fotografie a mano libera con la mia vecchia Nikon D50 e l'aiuto di un monopiede e di un flash. La settimana scorsa, invece, sono tornato con una D200, un solido treppiede e lo stesso obbiettivo, un Sigma 70-300 apo macro DG.

Lascio ora lo spazio alle foto (CLICK ON).

Come ogni volta, è immancabile la cincia che viene a mangiarti le noccioline sulle mani :)







Nikon D200,Sigma 70-300,iso640,120mm,1/250,f/11,mano libera



Una cincia bigia si staglia su uno sfondo lontano e illuminato: l'ideale per metterne in risalto la bellezza






Nikon D200,Sigma 70-300,iso640,270mm,1/350,f/11,treppiede



Il soggetto che avrei voluto immortalare più di tutti e finalmente ci sono riuscito. Un picchio muratore! Parte 1 :)






Nikon D200,Sigma 70-300,iso640,195mm,1/125,f/11,treppiede



Picchio muratore parte 2 :)








Nikon D200,Sigma 70-300,iso640,300mm,1/400,f/11,treppiede


Una cincia dal ciuffo. Questo esemplare non ero riuscito a fotografarlo la scorsa volta e finalmente ce l'ho fatta, anche se devo ammettere che lo scatto di partenza non era uno spettacolo e che ho dovuto fare tanta postrroduzione per tirarla fuori così ;) La cosa più bella, come mi hanno fatto giustamente notare, è l'espressione "cattivissima". Di solito questi uccellini hanno un'espressione smielata sul volto :)








Nikon D200,Sigma 70-300,iso640,220mm,1/250,f/11,treppiede



Note tecniche: Ho usato la Nikon D200 impostata con AdobeRGB modoIII, contrasto basso, WB auto. La macchina era montata su treppiede assieme al flash esterno Sigma ef-500 DG super, opportunamente sottoesposto onde evitare di rovinare la luce ambiente. Ho utilizzato la messa a fuoco automatica sulla zona dove mettevo le noccioline e scattavo con un flessibile (per evitare di muovere troppo la fotocamera premendo sul pulsante dello scatto) appena gli uccellini si posavano nei pressi. Per garantire una sufficiente profondità di campo ho chiuso molto il diaframma, il che ha reso gli sfondi abbastanza "pesanti". Per rimediare si deve trovare uno sfondo abbastanza lontano. Agli alti iso la D200 si è comportata bene, non rovinando eccessivamente le foto col rumore dovuto all'amplificazione della sensibilità. La volta scorsa ho lavorato perlopiù a 400 iso con la D50, ma era un periodo diverso dell'anno: c'era la neve e quindi l'ambiente era molto più luminoso.


2 commenti:

ghiry ha detto...

Che posto fantastico...complimenti per le foto! Spettacolari!

Martin Eden ha detto...

Complimenti per questi simpapatici scatti! Occhio, anche la seconda Cincia che hai postato è una Cincia mora (quella dopo la fato in cui mangia nella mano).